Vengono effettuate con:
  • Serbatoi piani
  • Serbatoi pensili
  • Martinetti oleodinamici a spinta e a trazione
  • Zavorre
Ultima modifica il Sabato, 22 Luglio 2017 23:25

Si effettua per controllare nel tempo il valore delle coordinate spaziali di punti di riferimento appartenenti ad opere di ingegneria civile o industriale e manufatti storici. Viene realizzato mediante l'installazione di target topografici sulla struttura da monitorare, traguardati periodicamente con stazione totale digitale laser di altissima precisione (0,3 mgon (1”), corrispondente ca. 0,2 mm su 30 m di distanza). Laddove non sia possibile apporre target topografici (miniprismi), le misure possono essere condotte traguardando punti salienti della struttura, perquanto la precisione risulti inferiore.

Ultima modifica il Venerdì, 14 Giugno 2013 09:33
Ai fini di un’attendibile valutazione della sicurezza sismica e della scelta di un efficace intervento di adeguamento o miglioramento strutturale è necessario conoscere la pericolosità sismica locale del territorio e la risposta sismica della struttura: infatti, le azioni concrete per ridurre in modo significativo il rischio sismico sono quelle legate alla realizzazione di opere opportunamente dimensionate per la specifica risposta sismica della struttura, derivante dal comportamento dinamico dell’organismo strutturale in riferimento alla zonizzazione di pericolosità sismica e a quel determinato moto sismico.

La Tecnica MP fornisce:
  • Rilievo strutturale ed indagini conoscitive sui materiali in funzione del livello di conoscenza richiesto;
  • Verifica sismica di strutture ed infrastrutture esistenti o di nuova realizzazione, che viene condotta mediante modellazioni e analisi numeriche e sperimentali strettamente integrate tra loro come indicato nelle Norme Tecniche per le Costruzioni (D.M. 14/01/2008);
  • Studio della risposta sismica locale con particolare riguardo a studi di micro zonazione sismica tramite indagini geotecniche e geofisiche di sito dirette e indirette;
  • Valutazione dell’interazione dinamica terreno-fondazione-struttura per verificare la possibilità di danni strutturali o di collasso della fondazione a seguito di un evento sismico;
  • Consolidamenti strutturali.

D.Lgs 81/08ALLEGATO A-B PERICOLOSITA' SISMICA


Circolare 2/feb/2009


mappa-sismica
Ultima modifica il Venerdì, 09 Giugno 2017 07:13

Questo sito utilizza cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo ne autorizzi il loro uso.